Eventi

Published on Settembre 27th, 2015 | by admin

0

STREPITOSO SUCCESSO PER L’ITALIA ALL’UZEYIR HAJIBEYOV INTERNATIONAL MUSIC FESTIVAL DI BAKU

Intenso il programma della serata, e tutto incentrato su Napoli. Ad aprire il concerto è stata la musica di Fabrizio Festa, che ha composto per l´occasione una “Ouverture in stile italiano” ispirata al repertorio napoletano a noi tutto Baku canta Napoli 25 sett 2015 International Mugham Center BAKU AZ (6)conosciuto. Fabrizio Festa, anche direttore d´orchestra alla guida dell´Hajibeyov Azerbaijan State Symphony Orchestra ci ha accompagnato in questo meraviglioso mondo sonoro, fatto di ritmi e arie. Festa che si esibisce regolarmente con diversi ensemble, con i quali ha compiuto tour in Sud America, tra cui al Teatro Colòn di Buenos Aires, al Museo Guggenheim di Bilbao per il BBK Festival e in Messico al Festival Cervantino, per la prima volta a Baku ha dimostrato carisma e determinazione con la compagine strumentale nazionale azerbaijana.

Baku canta Napoli 25 sett 2015 International Mugham Center BAKU AZ (7)Il concerto prosegue con l´entrata in scena del Duo Alterno composto da Tiziana Scandaletti (soprano) e Riccardo Piacentini (pianoforte), co-protagonisti della serata e già conosciuti ed amati dal pubblico azerbaijano. Già lo scorso anno, si sono infatti esibiti per la prima volta presso l´International Mugham Center con l´Orchestra della Radio e Televisione di Stato dell´Azerbaijan. Hanno presentato per l´Hajibeyov Festival una rarità, composta per l´occasione dallo stesso Piacentini, che riprenderà in chiave fresca e “contemporanea” le famosissime “Canzoni Napulitane” di Gaetano Donizetti. Ritorna in scena poi Tiziana Scandaletti duettando con il famosissimo tenore azerbaijano Samir Jafarov, dalle corde leggere e squillanti, timbro italiano ed adatto al Baku canta Napoli 25 sett 2015 International Mugham Center BAKU AZ il cast con l'ambasciatore Cutillorepertorio napoletano.

E così, prima dell´apprestarsi nuovamente al podio di Tiziana Scandaletti, prima che intonasse la celebre “A Vucchella” di Francesco Paolo Tosti, quasi magicamente un preludio… quello composto con grande gusto musicale dal compositore di scuola romana Massimo Munari che così racconta la sua opera: “Antìstrophe nasce come una sorta di “preludio” ad  “A’ vucchella”, ma anche come brano sinfonico a se stante, che cela al suo interno citazioni e rimandi al brano di Tosti. Ma “Antìstrophe” è anche la  risposta ad  “A’ vucchella”. E’ il suo contrario, sia dal punto di vista espressivo, sia dal punto di vista strutturale che formale. Oppure, se si vuole, si può anche rovesciare tale Baku canta Napoli 25 sett 2015 International Mugham Center BAKU AZvisione. In tal caso, è “A’ vucchella” stessa ad essere l’antìstrofe del brano contemporaneo, il suo inverso. Ogni brano è quindi la risposta all’altro,  con l’intenzione di fornire  un equilibrio a tale “binomio” musicale, formato da due opere simili ma anche opposte fra di loro”.

Le arie celebri di Napoli, quelle che intonava Caruso, Beniamino Gigli e poi ancora Mario Lanza, fino a quelle più moderne cantate da Claudio Villa, da “Funiculì Funiculà” a “Non ti scordar di me”, sono state egregiamente arrangiate dal collettivo lucchese CLUSTER – Compositori Europei, che hanno dimostrato assieme ad altri 2Baku canta Napoli 25 sett 2015 International Mugham Center BAKU AZ  lntervento dell'ambasciatore Cutillo giovani compositori italiani (Aurelio Zarrelli e Cristian Longhi), di rendere “la canzone” ancora oggi interessante, creando delle particolari soluzioni di orchestrazione, rendendole fresche ed attuali alle orecchie degli ascoltatori azerbaijani , dei moltissimi diplomatici e dei tanti connazionali presenti alla serata. Dello stesso collettivo CLUSTER ne fa parte anche Girolamo Deraco, che nel corso del programma ci ha regalato un interessantissimo remix delle più celebri arie napoletane.

GÜNAY MIRZAYEVAAnello di congiunzione della serata il bellissimo brano della compositrice azerbaijana di scuola italo-tedesca Günay Mirzayeva che con la sua composizione “Tra due mari” ha saputo interpretare egregiamente il titolo del concerto, il gemellaggio tra le due città Baku e Napoli, molto simili per via dei golfi che le abbracciano e per le culture che le accomunano.

Quando si parla di Napoli, non si può non pensare alla sua veracità, alla sua genuinità… a questo ci ha Giampaolo Cutillo Ambasciatore italiano a Bakupensato il direttore artistico dell´evento Francesco Maggio, che ha composto per l´occasione una Tarantella dedicata all´Ambasciatore d´Italia a Baku Giampaolo Cutillo, un incalzare di ritmi e suoni per raccontare il mare partenopeo, la sua gente ed ancora una volta la sua vicinanza a Baku.

Queste le dichiarazioni infine, dell´Ambasciatore Giampaolo Cutillo al termine della serata: “Emozionante lo spettacolo organizzato da Francesco Maggio e stupendamente diretto dal Maestro Fabrizio Festa; le voci di Samir Jafarov e Tiziana Scandaletti accompagnata da Riccardo Piacentini hanno saputo coinvolgere ed avvolgere il nostro pubblico in una culla di emozioni che difficilmente dimenticherà”.

RED

Deraco-GirolamoMassimo Munari (Foto)FRANCESCO MAGGIO

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


About the Author



Back to Top ↑
  • Translator

  • Azerbaijan News – Facebook Official

  • Meteo a Baku
    21°
    cielo sereno
    umidità: 60%
    vento: 4m/s NO
    Max 28 • Min 21
    23°
    Dom
    25°
    Lun
    28°
    Mar
    26°
    Mer
    26°
    Gio
    Weather from OpenWeatherMap
  • Links – Partners

  • Azerbaigian – video presentazione