Cultura i-tappeti-di-baku-azerbaijan-2

Published on maggio 11th, 2017 | by admin

0

L’arte della tessitura del tappeto in Azerbaigian

La ricerca del bello e un profondo gusto estetico caratterizzano i lavori dei grandi artigiani dell’Azerbaigian che, da sempre con le loro creazioni senza tempo suscitano emozioni e sorprendonoazerbaijan-carpet-museum gli occhi di chi li ammira. Oltre a vantare una straordinariamente varia produzione artistica, l’Azerbaigian è noto anche per la ricchezza delle sue arti figurative. In Azerbaigian sono ancora vive e praticate numerose attività artigianali che, in linea con la tradizione, si tramandano di generazione in generazione.

In molte città del Paese sono ancora praticati alcuni tra gli storicamente più apprezzati stili di artigianato, dal ricamo decorativo alla lavorazione della ceramica, dall’intaglio del legno all’arte tradizionale della tessitura del tappeto. E’ ai maestri dell’artigianato che dobbiamo le splendide  ceramiche dell’Albania Caucasica, le ceramiche d’epoca medievale di Beylang e Ganja, gli antichi mausolei di Nakhchivan e Shirvan, gli sfarzosi tessuti di Sheki e Shamakhi. Tra tutte le forme di artigianato l’arte della tessitura del tappeto caratterizza fortemente la storia del Paese. La i-tappeti-di-baku-azerbaijan-3straordinaria pazienza leggibile attraverso i disegni dei tappeti rivelano più che mai la ricerca del bello sapientemente perseguita attraverso la più fedele attenzione a una tecnica davvero preziosa. Sono varie le tecniche di tessitura, ma è certo che ciascuna di esse non è un mistero per le tessitrici azerbaigiane che ancora oggi con pazienza e devozione d’altri tempi continuano a confezionare capolavori e a portare avanti la tradizione. Quest’antica arte è stata inclusa nella lista rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità dell’Unesco il 16 novembre 2010 e rappresenta un motivo di orgoglio per il Paese.

Oggi si ringraziano artigiani ignoti che nel tempo hanno creato tappeti unici, la cui contemplazione è fonte di piacere e stupore. I tappeti dell’Azerbaijan sono caratterizzati da una gamma cromatica straordinariamente complessa e questo riguarda in modo particolare i tappeti antichi il i-tappeti-di-baku-azerbaijan-5cui filato veniva tinto con coloranti naturali.

I colori del tappeto azerbaigiano sono ancora una volta un richiamo alla natura incontaminata del Paese: l’azzurro ricorda il cielo che avvolge il Paese con il suo clima mite e benevolo, il verde è quello della rigogliosa vegetazione che tutto abbraccia e che soggiace alle piccole città sparse a nord e a sud del Paese, il bianco è quello della neve che candida si posa  sulle cime nevate d’inverno. I motivi possono essere di forma geometrica oppure raffiguranti soggetti del mondo vegetale o animale: fagiani, alberi in fiore, montoni.  I tappeti dell’Azerbaigian si possono ammirare anche in giro per il mondo, abbelliscono i più bei musei di San Pietroburgo, Londra, Washington, Parigi, Istanbul.

azerbaijan-carpet-museum-interniIl tappeto orna i pavimenti delle case degli azerbaigiani sia in città che in campagna. I tappeti più popolari sono quelli di Guba, Shirvan, Baku, Ganja, Gazakh, Karabakh. I tappeti dell’Azerbaijan sono veri e propri esempi di maestria e dedizione e ognuno conta fino a 490.000 nodi per metro quadro. La tecnica dell’intreccio del tappeto viene utilizzata anche per realizzare oggetti di uso quotidiano come gualdrappe per cavalli, morbide valigie e bisacce.

Custode di numerosi esemplari è il Carpet Museum di Baku che fu per la prima volta creato nel  1967. Qui è possibile ammirare i principali esemplari di tappetti come: khalcha, khali, dest khali, gebe, palas, klim e molti altri così come numerosi oggetti realizzati con la stessa tecnica di tessitura: khurjun, chul, kheyba e altri. Nel 2014 è stata inaugurata la nuova struttura più moderna dalla forma di un tappeto arrotolato. Oggi nel museo si contano più di 13.300 esposizioni che vanno dall’epoca del bronzo fino ai giorni nostri. Un posto speciale all’interno del museo è dedicato alle azerbaijan-carpet-museum-interni-3creazioni di Latif Kerimov e altri famosi tessitori del XX secolo.

Tra i più importanti tappeti azerbaigiani della tradizione è possibile ammirare il “Dragon carpet” del diciassettesimo secolo proveniente dal Karabakh e il “Salyan khilla” del diciannovesimo secolo proveniente da Shirvan.

All’interno del museo è possibile apprendere tutte le fasi di lavorazione di un tappeto, dalla pettinatura al lavaggio, dal sapiente intreccio dei fili azerbaijan-carpet-museum-interni-2fino alla fase finale di impacchettamento.

Il museo racconta la storia dell’arte dei tappeti e permette al visitatore di compiere un vero e proprio viaggio attraverso la storia di una delle più importanti forme di artigianato del Paese.

 

                                                      Giorgia Pilar Giorgi

 

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


About the Author



Back to Top ↑
  • Translator

  • Azerbaijan News – Facebook Official

  • Meteo a Baku
    3°
    nubi sparse
    umidità: 86%
    vento: 2m/s NO
    Max 3 • Min 2
    5°
    Dom
    6°
    Lun
    6°
    Mar
    6°
    Mer
    6°
    Gio
    Weather from OpenWeatherMap
  • Links – Partners

  • Azerbaigian – video presentazione