Esteri Baku - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian Ilham Aliyev, oggi 18 luglio 2018.
(Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

Published on luglio 18th, 2018 | by Redazione Italia

0

IL PRESIDENTE ALIYEV A MATTARELLA: “L’ITALIA E’ UN PARTNER MOLTO AFFIDABILE PER L’AZERBAIGIAN”

Baku – E’ iniziata stamattina la visita del presidente della Repubblica ItalianaSergio Mattarella, il-presidente-sergio-mattarella-accolto-a-baku-dal-presidente-della-repubblica-dellazerbaigian-ilham-aliyev-18-luglio-2018in Azerbaigian. Ad accogliere Mattarella, il presidente della Repubblica Democratica dell’AzerbaigianIlham Aliyev. Dopo la rituale rassegna e saluto del picchetto d’onore delle forze armate azerbaigiane, i due presidenti hanno avuto un primo colloquio, dove è stato fatto un primo bilancio dello stato dei rapporti di cooperazione tra Italia e Azerbaigian.

A seguire c’è stata una riunione allargata alle delegazioni italiana e azerbaigiana, dove erano presenti tra gli altri, il ministro degli esteri italiano, Enzo Moavero Milanesi e il suo omologo azerbaigiano, Elmar Mammadyarov e gli Baku - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian Ilham Aliyev e le rispettive delegazioni, oggi 18 luglio 2018. (Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)ambasciatori, Mammad Ahmadzada ( azerbaigiano in ItaliaAugusto Massari (italiano in Azerbaigian).

Successivamente il presidente Mattarella e il presidente Aliyev, con le rispettive delegazioni, si sono recati presso  il “Sumgait Chemical Industrial Park“, per l’inaugurazione del nuovo impianto di polipropilene della Socar Polimeri, che vede la partecipazione anche della Maire Tecnimont SpA. Gli stessi il presidenti della compagnia petrolifera statale dell’Azerbaigian SOCARRovnag Abdullayev e il presidente della società Maire Tecnimont SpA, Fabrizio di Amato, hanno portato i saluti ai convenuti per l’occasione, con dei loro interventi.

Poi ha preso la parola il presidente dell’Azerbaigian, Ilham Aliyev, che ha detto:president_ilham-aliyev

Questa visita è la prima visita di un Presidente italiano in Azerbaigian. Questa visita è pertanto un viaggio storico. Per la prima volta, un Presidente italiano sta visitando l’Azerbaigian. Grazie per aver accettato il mio invito. Sono sicuro che la visita avrà molto successo e le relazioni italo-azere continueranno a svilupparsi con successo. Le nostre relazioni sono multidimensionali e coprono molte aree. Nei colloqui odierni, sono state discusse molte questioni durante i nostri incontri. Questioni di aree di sviluppo e sicurezza, relazioni UE-Azerbaigian, relazioni bilaterali politiche ed economiche: sono state discusse molte questioni e posso dire che le nostre opinioni su tutte le questioni coincidono. L’Italia attualmente presiede l’OSCE. Speriamo e siamo fiduciosi che l’Italia nella sua funzione di presidenza dell’OSCE svolgerà un il-presidente-dellazerbaigian-ilham-aliyev-durante-la-visita-di-mattarella-in-azerbaigianruolo attivo nella risoluzione del conflitto armeno-azerbaigiano del Nagorno-Karabakh. Ho informato il Presidente in merito al conflitto e ho espresso la posizione dell’Azerbaigian sullo stato attuale dei negoziati. Vogliamo che questo conflitto venga risolto prima o poi sulla base delle norme e dei principi del diritto internazionale all’interno dell’integrità territoriale dell’Azerbaigian. Territori storici dell’Azerbaijan riconosciuti dalla comunità internazionale – il Nagorno-Karabakh e i suoi sette distretti circostanti sono occupati dall’Armenia da molti anni. Come risultato di questa politica di occupazione e pulizia etnica, il 20% delle nostre terre sono ancora sotto occupazione e oltre 1 milione di azeri vivono in situazioni di rifugiati. I reati militari contro il nostro popolo sono stati commessi. La nostra storia, i monumenti religiosi sono stati distrutti nelle terre occupate. L’OSCE ha inviato due volte una il-presidente-sergio-mattarella-accolto-a-baku-dal-presidente-della-repubblica-dellazerbaigian-ilham-aliyev-18-lug-2018-30missione di inchiesta nei territori occupati. Le relazioni di queste missioni mostrano che tutti i nostri monumenti storici, le infrastrutture sono state distrutte dall’Armenia. C’è una base legale per risolvere il conflitto. Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha adottato quattro risoluzioni 25 anni fa. Queste risoluzioni indicano che le forze armate armene devono essere ritirate immediatamente e incondizionatamente dalle terre occupate. Queste risoluzioni sono valide e l’attuazione di queste risoluzioni dovrebbe essere garantita. Purtroppo, per molti anni Baku - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian Ilham Aliyev, oggi 18 luglio 2018. (Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)l’Armenia ha ignorato queste risoluzioni, continua la sua politica di occupazione e vuole mantenere il suo status quo. I paesi copresidenti del gruppo di Minsk, che sono direttamente coinvolti in questa tematica, hanno ripetutamente affermato che lo status quo è inaccettabile e dovrebbe essere modificato. Sosteniamo questa posizione e crediamo che presto si debbano prendere provvedimenti per risolvere il conflitto e che le forze di occupazione dell’Armenia debbano essere rimosse dalle nostre terre storicheUna settimana fa, l’Unione europea ha anche sostenuto l’integrità territoriale, la sovranità e l’inviolabilità delle frontiere dell’Azerbaigian nel documento intitolato “Priorità del partenariato“- parallelismi tra l’UE e l’Azerbaigian. Il giorno dopo, la Dichiarazione adottata a seguito del Vertice della NATO ha sostenuto l’integrità territoriale e la sovranità Baku - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian Ilham Aliyev e le rispettiive delegazioni, oggi 18 luglio 2018. (Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)dell’Azerbaigian. In altre parole, non è un segreto che l’Armenia abbia sequestrato illegalmente le nostre terre storiche e debba lasciare la terra. Ma poi ci può essere pace e cooperazione nella regione, e solo allora può cooperare su larga scala nel Caucaso meridionale. Oggi abbiamo discusso le relazioni tra l’Unione europea e l’Azerbaigian. L’Italia ha un ruolo e una posizione molto positivi su questi temi. Spero che nel prossimo futuro venga firmato un nuovo accordo tra l’Unione europea e l’Azerbaigian. L’accordo è in corso e abbiamo firmato e adottato partnership strategiche con gli stati membri dell’UE. Tali accordi sono stati sottoscritti con nove paesi, tra cui l’Italia. Nel 2014, l’Italia e l’Azerbaigian hanno sottoscritto e adottato una dichiarazione di Sumgayit - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian Ilham Aliyev e i rappresentanti delle società Socar e Maire Tecnimont in occasione dell’inaugurazione dell’impianto di produzione di polipropilene, oggi 18 luglio 2018. (Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)partenariato strategico, che per tutti noi è un documento politico molto importante.  Per quanto riguarda le relazioni bilaterali, come ho detto, siamo un partner strategico, i nostri rapporti politici sono ad un livello molto alto, e la visita ufficiale del Presidente italiano in Azerbaigian ne è un chiaro esempio. L’Italia è il nostro primo partner commerciale per noi. L’Azerbaijan invia grandi volumi di petrolio in Italia, c’è una buona cooperazione nel campo dell’energia. Sono fiducioso che questa cooperazione si approfondirà in futuro. Insieme ai paesi partner, l’Azerbaijan sta implementando con successo il progetto “Corridoio Meridionale del Gas“. Si tratta di un progetto da 40 miliardi di dollari che è stato ampiamente implementato. L’apertura ufficiale del Corridoio Meridionale del Gas” (Southern Gas Corridor) si è tenuta quest’anno a Baku. Il gasdotto TANAP, che è la parteSumgayit - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian Ilham Aliyev in occasione dell’inaugurazione dell’impianto di produzione di polipropilene visitano a bordo di un pulmino la struttura, oggi 18 luglio 2018. (Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica) più grande del progetto, è stato aperto a Eskisehir (Turchia). Insomma, il lavoro in questa direzione sta andando avanti con successo e svolge anche un ruolo importante per lo sviluppo delle relazioni UE-Azerbaigian. Le aziende italiane operano con successo in Azerbaigian. Una importante azienda italiana è stata infatti attivamente coinvolta nella costruzione di un impianto di polipropilene aperto proprio oggi. Ci sono molte aziende italiane in Azerbaigian. Oggi abbiamo parlato di questo aspetto e ho detto al presidente Mattarella che tutte le porte in Azerbaigian sono aperte per le aziende italiane e che ne conosciamo il loro livello, sono aziende ad altissima tecnologia. In Azerbaijan, molti progetti sono stati implementati nel settore delle costruzioni, agricoltura, industria pesante e sono stati implementati ad un livello molto alto. Sono Sumgayit - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian Ilham Aliyev in occasione dell’inaugurazione dell’impianto di produzione di polipropilene, oggi 18 luglio 2018. (Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)certo, che gli incontri e il Forum Economico italo-azero, che si svolgerà domani, apriranno nuove opportunità per noi. Perché il rapido sviluppo economico e industriale dell’Azerbaigian richiede nuove tecnologie. Naturalmente, prima di tutto, vorremmo importare queste tecnologie dai paesi amici. Oggi però, abbiamo scambiato opinioni sulla cooperazione in materia di cultura e istruzione con il Presidente Sergio Mattarella e, alla fine dei negoziati, siamo giunti alla conclusione che attualmente non vi è alcun disaccordo sull’agenda del nostro cammino comune. Le nostre opinioni su tutte le questioni coincidono. Per l’Azerbaigian, l’Italia è un partner molto affidabile. Sono convinto che dopo questa visita, i nostri rapporti saranno rafforzati e coopereremo molto efficacemente per molti anni”.

Infine c’è stato l’intervento del presidente della Repubblica italiano, Sergio Mattarella:Sumgayit - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione delle dichiarazioni alla stampa al terrmine dell’incontro con il Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian Ilham Aliyev, oggi 18 luglio 2018. (Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

Sono grato per l’attenzione e l’ospitalità dimostrate a me e alla delegazione di accompagnamento e vorrei ringraziarvi ancora una volta per gli incontri e le parole pronunciate oggi per la spontaneità. Come sapete, sono il primo Presidente in Italia a visitare l’Azerbaigian. Sono molto contento di questo. Sono venuto in Azerbaijan su invito del Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian Ilham Aliyev e ancora una volta vi ringrazio per l’invito. Questo invito e le nostre relazioni sono il risultato della nostra cooperazione bilaterale, che è al livello perfetto tra i nostri due paesi. La nostra agenda di oggi si concentra su tutti gli aspetti delle nostre relazioni bilaterali, perché l’Italia considera l’Azerbaigian come un partner affidabile e, in particolare, considera il suo principale partner Sumgayit - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione dell’inaugurazione dell’impianto di produzione di polipropilene, oggi 18 luglio 2018. (Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)dell’area caucasica. L’Italia attribuisce grande importanza alla cooperazione con l’Azerbaigian a livello globale e accoglie con favore la laicità dell’Azerbaigian e il rispetto per la tolleranza religiosa. La parte italiana sostiene gli sforzi dell’Azerbaigian contro il radicalismo. Abbiamo anche scambiato opinioni sulla lotta al terrorismo e al commercio illegale durante le nostre conversazioni e siamo della stessa opinione. Abbiamo anche scambiato opinioni sulla nostra cooperazione strategica e commerciale. Oltre alla nostra eccellente cooperazione energetica, abbiamo anche parlato del potenziale e dell’importanza della nostra cooperazione in altri settori. Abbiamo parlato dell’attività delle aziende italiane in Sumgayit - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione dell’inaugurazione dell’impianto di produzione di polipropilene saluta alcuni italiani che hanno collaborato alla realizzazione dell’impianto, oggi 18 luglio 2018. (Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)Azerbaigian. Apprezziamo gli sforzi della parte italiana e della parte azerbaigiana nel Corridoio Meridionale del Gas e possiamo dire che entrambe le parti lavoreranno per trovare soluzioni comuni, poiché il Corridoio del Gas del Sud e l’area del Mar Caspio, il gas del Mar Caspio è molto importante per l’Europa. L’Italia attribuisce grande importanza alla diversificazione della sua economia da parte dell’Azerbaigian e la accoglie con favore. Speriamo che all’interno di questo settore e nelle relazioni amichevoli, le aziende italiane possano stabilire la loro attività in altri settori, ad eccezione del settore energetico in Azerbaigian. Inoltre, abbiamo parlato della cooperazione tra le nostre società di difesa. Perché crediamo che le tecnologie italiane possano Baku - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian Ilham Aliyev, oggi 18 luglio 2018. (Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)contribuire all’economia dell’Azerbaigian. Come sapete, domani parteciperemo al Forum Economico italo-azero insieme al presidente dell’Azerbaigian Ilham Aliyev. Condurre questo evento nella mia visita dimostra ancora una volta che la nostra cooperazione è completa e, in particolare, la sfera economica svolge un ruolo importante nelle relazioni tra l’Azerbaigian e l’Italia. Le nostre relazioni sono le più importanti in termini di politica, economia ed energia. Ma c’è anche una cooperazione tra l’Azerbaigian e l’Italia nel campo della cultura. Crediamo che attraverso la scienza e la tecnologia, possiamo sviluppare la cooperazione nel campo della cultura tra i due paesi. Da questo punto di vista, vorrei rivolgermi agli studenti oggi alla ADAil-presidente-sergio-mattarella-a-baku-con-il-presidente-della-repubblica-dellazerbaigian-ilham-aliyev-18-lug-2018-9 University, una delle principali università dell’Azerbaigian. Presenterò anche queste borse di studio agli studenti dell’Azerbaigian che hanno ricevuto borse di studio dal governo italiano.  Voglio ricordare ancora una volta del padiglione dell’Azerbaijan alla fiera Expo di Milano, perché il padiglione dell’Azerbaijan ha attirato l’attenzione di tutti i paesi con la sua magnificenza. A questo proposito, esprimo la mia sincera gratitudine alla Fondazione Heydar Aliyev e al suo Presidente per l’allestimento di questo padiglione, così come i lavori di restauro a Roma e altri eventi. Penso che scambiando i nostri talenti possiamo contribuire ulteriormente alla nostra Baku - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian Ilham Aliyev, oggi 18 luglio 2018. (Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)cooperazione. Le nostre relazioni bilaterali e multilaterali con l’Azerbaigian si rivelano ancora una volta attraverso gli accordi che abbiamo firmato di recente. Voglio dire che la parte italiana sottolinea ancora una volta il suo contributo all’Azerbaigian.  L’Italia affronterà in particolare i problemi dell’area, così come darà il suo  sostegno all’Azerbaijan durante la sua presidenza dell’OSCE nel conflitto del Nagorno-Karabakh. Invece di modificare il formato dei negoziati in questo campo, vogliamo trovare nuovi modi per raggiungere la sicurezza dell’area. Perché, a nostro avviso, la soluzione a questo conflitto dovrebbe avvenire non con mezzi militari, ma con mezzi politici. Questa soluzione Baku - Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con il Presidente della Repubblica dell’Azerbaigian Ilham Aliyev, oggi 18 luglio 2018. (Foto di Paolo Giandotti - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)dovrebbe essere stabile, a lungo termine e nel diritto internazionale. Vorrei aggiungere che l’Italia svolge un ruolo molto attivo nei negoziati sull’accordo firmato tra l’Unione europea e l’Azerbaigian. Riteniamo che l’ulteriore sviluppo di questioni prioritarie di interesse comune, contribuirà alle relazioni italo-azere nell’ambito della cooperazione UE-Azerbaigian. Signor Presidente, mi congratulo ancora una volta con lei per la firma della Dichiarazione di impegno a Bruxelles. Perché, penso, questo è un risultato positivo dell’Azerbaigian. Pensiamo che si svilupperà ulteriormente. L’Italia esprime la sua gratitudine all’Azerbaigian per la cooperazione all’interno della NATO, in particolare in Afghanistan. Come sapete, anche l’Italia svolge un ruolo speciale in questo settore. L’Azerbaijan e l’Italia hanno una cooperazione culturale, economica e politica, nonché relazioni amichevoli. L’Italia sarà sempre al suo fianco per lo sviluppo dell’Azerbaigian. Ringrazio per l’ospitalità e le buone parole”.

RED

 

 

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


About the Author



Back to Top ↑
  • Translator

  • Azerbaijan News – Facebook Official

  • Meteo a Baku
    19°
    cielo sereno
    umidità: 77%
    vento: 4m/s S
    Max 19 • Min 18
    20°
    Dom
    20°
    Lun
    19°
    Mar
    20°
    Mer
    20°
    Gio
    Weather from OpenWeatherMap
  • Links – Partners

  • Azerbaigian – video presentazione