Politica

Published on Settembre 1st, 2014 | by admin

0

Il conflitto del Nagorno-Karabakh “non è di natura religiosa”

Mubariz GurbanliProseguono i rapporti tesi tra l’Azerbaigian e l’Armenia a causa dei territori ingiustamente occupati dagli armeni e dovuti ad un apolitica aggressiva di quest’ultima nei confronti di quelle che sono le richieste lecite di un popolo che si sente lasciato solo su questa delicata questione tanto dall’Europa quanto dal resto del mondo.
Ricordiamo infatti che la lunga guerra avvenuta nei primi anni ‘90 ha portato ad oltre un milione di sfollati azeri e all’occupazione da parte delle forze armate armene di oltre il 20 per cento del territorio internazionalmente riconosciuto dell’Azerbaigian, tra cui il Nagorno-Karabakh e sette regioni adiacenti. Ad oggi purtroppo le quattro risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sul ritiro armeno non sono state ancora applicate e nessuno sembra voler intervenire.
Nonostante questo le autorità azere perseguono nel loro intento di portare alla luce quella che è la vera situazione che si sta verificando in quei territori non così lontani da quell’Europa che si definisce sempre e comunque a favore dei più deboli e di coloro che sono vittime di ingiustizie e a farlo in questi giorni è Mubariz Gurbanli che durante una conferenza stampaNagornoKarabakh war veteran dies after commiting self immolation. dopo la riunione del Consiglio d’Europa sul dialogo interculturale dal titolo “Dialogo interculturale: l’interazione tra cultura e religione.”, ha sottolineato che l’Azerbaijan è un paese “in cui i rappresentanti di diverse religioni e nazionalità vivono insieme in pace”, e riportando alla stampa quanto sta accadendo nel suo Paese, riallacciandosi così al conflitto del Nagorno-Karabakh, ha ribadito che “Il conflitto tra l’Armenia e l’Azerbaigian non è di natura religiosa, ma il risultato di una politica aggressiva dell’ Armenia” e che sarebbe necessario un intervento da parte dell’Europa in quanto “la politica di occupazione dell’Armenia non solo è un attacco di un paese europeo all’altro, ma una seria minaccia per la pace e la sicurezza globale”.
Il reale problema che si verifica in ogni conflitto è che troppo spesso si decide di lasciare le cose come stanno invece di intervenire e ristabilire quegli equilibri che erano stati stabiliti, tant’è che come le risoluzioni non sono state attuate ancor meno sembrano essere stati fruttuosi i negoziati che sono stati portati avanti finora, che forse in realtà dietro all’apparente inerzia di molti Stati Europei vi siano altri motivi?

Giulia Macchi

Tags: ,


About the Author



Back to Top ↑
  • Translator

  • Azerbaijan News – Facebook Official

  • Meteo a Baku
    6°
    poche nuvole
    umidità: 87%
    vento: 2m/s S
    Max 11 • Min 9
    10°
    Mer
    10°
    Gio
    9°
    Ven
    11°
    Sab
    12°
    Dom
    Weather from OpenWeatherMap
  • Links – Partners

  • Azerbaigian – video presentazione