ITA Embassy

Published on Ottobre 11th, 2015 | by admin

0

GIAMPAOLO CUTILLO (AMBASCIATORE ITALIANO A BAKU): “I RAPPORTI FRA ITALIA ED AZERBAIJAN SONO DESTINATI A RINSALDARSI ULTERIORMENTE”

Ambasciata italiana a Baku bookL’impetuoso sviluppo delle proficue relazioni strategiche ed economiche fra Italia ed Azerbaijan soprattutto negli ultimi anni, è ormai sotto gli occhi di tutti. Abbiamo più volte testimoniato come i rapporti fra questi due paesi lontani solo geograficamente, ma assai vicini dal punto di vista storico e culturale, si siano notevolmente rinsaldati. Anche il ruolo svolto dall’ambasciata italiana a Bakù ha recitato la propria parte, dal momento che è ben presto diventata un importante punto di riferimento per quegli imprenditori che hanno trovato nella terra del fuoco una nuova e preziosa meta per lo sviluppo di un business dove la qualità e l’eccellenza sono le parole chiave, per avere successo.L'Ambasciatore italiano Giampaolo Cutillo a Bakù

Risultano in tal senso significative, le dichiarazioni gentilmente rilasciateci in questa breve intervista dall’ambasciatore italiano nella capitale azera, il dottor Giampaolo Cutillo che parla anche delle straordinarie somiglianze esistenti fra questi due paesi. Nato a Napoli l’8 settembre 1970 ed ottenuta la laurea in “Economia” presso la prestigiosa facoltà “Federico II” di Napoli, Cutillo – a dispetto della giovane età – vanta un curriculum di tutto rispetto nel campo delle relazioni diplomatiche internazionali come testimoniano le esperienze in qualità di console a Caracas in Venezuela (dal febbraio 1998 al settembre 2001) ed a Mumbai in India (dal febbraio 2009 al luglio 2013), oltre che di consigliere commerciale presso l’ambasciata italiana ad Islamabad in Pakistan (dall’ottobre 2001 al febbraio 2005).

Dal momento del suo insediamento, quali cambiamenti ha notato in Azerbaijan?

“Sono arrivato a Baku alla fine del 2013 e sono quindi stato testimone dell’intera fase preparatoria dei Giochi Europei del giugno 2015, oltre che dei vari passaggi, politici e finanziari, che hanno consentito, a fine 2014, di dare avvio ai lavori per la costruzione del Corridoio meridionale del gas, l’imponente gasdotto che, dal 2020, trasporterà il gas del Mar Caspio fino alle coste della Puglia. Una fase di grandissimo interesse, che ha coronato un periodo di crescita impetuosa del Paese avviata già da almeno un decennio, e che ha tra l’altro letteralmente trasformato Baku, una città che non cessa di stupire chi la visiti per la prima volta”.

Lei che ha il polso della situazione in questo paese, che riscontro hanno avuto sinora gli imprenditori italiani nello scegliere la terra del fuoco quale meta dei loro investimenti?

“L’Azerbaijan resta una meta molto interessante per le imprese italiane. Il nostro export e’ triplicato negli ultimi quattro anni, passando da 200 a 600 milioni di Euro e, soprattutto, sono fortemente aumentate le opportunità nel settore energetico, dove abbiamo acquisito diversi importanti contratti. Nella fase attuale, il calo globale dei prezzi del petrolio influenza naturalmente anche l’economia azerbaijana, ma credo vi siano valide ragioni per affermare che le nostre posizioni potranno ulteriormente consolidarsi nel medio termine”.

Cosa le piace in particolare dell’Azerbaijan?

“Mi piacciono l’energia ed il senso di marcia di un Paese che, uscito prostrato dai decenni sovietici e da una guerra sanguinosa subito dopo l’Indipendenza, e’ riuscito in un ventennio a ricostruire la propria economia e la propria identità. Gli azerbaijani sono giustamente orgogliosi di queste realizzazioni che, a mio avviso, sono ancora più notevoli se rapportate ad un contesto regionale molto delicato e ad una fase storica che, a livello globale, non cessa di produrre fattori di destabilizzazione”.

Da uomo del Sud ed alla luce del gemellaggio esistente fra le città di Napoli e Bakù che vanta oltre 40 anni, esistono delle affinità fra il Mezzogiorno e l’Azerbaijan?

“Le affinità ci sono e sono evidenti soprattutto nel modo di rapportarsi in famiglia ed in un certo calore umano, che privilegia le relazioni personali al mero formalismo dei comportamenti. D’altro canto, questo e’ un popolo che ha millenni di storia nel cuore di una regione cruciale come il Caucaso, non molto diversamente da noi Italiani, che, anche alle pendici delle Alpi, siamo pur sempre tutti immersi nel Mediterraneo”.

Qual è il suo bilancio di questi primi due anni da ambasciatore italiano in Azerbaijan? 
“Senz’altro positivo, sul piano personale come su quello professionale. Vivo questa esperienza come una grande opportunità, e spero di portarla a compimento con lo stesso entusiasmo che mi ha animato sin dal primo giorno”.

 

Francesco Montanino

Gianpaolo-Cutillo-e-Patrizia-NardiL'ambasciatore Giampaolo Cutillo con alcuni calciatori della nazionale italianaBaku-AzerbaijanL'Ambasciatore Giampaolo Cutillo con la moglie Elisabetta all'evento Maserati-Visionnaire

Tags: , , , , ,


About the Author



Back to Top ↑
  • Translator

  • Azerbaijan News – Facebook Official

  • Meteo a Baku
    2°
    pioggia leggera
    umidità: 100%
    vento: 7m/s NO
    Max 6 • Min 2
    2°
    Mer
    3°
    Gio
    5°
    Ven
    6°
    Sab
    6°
    Dom
    Weather from OpenWeatherMap
  • Links – Partners

  • Azerbaigian – video presentazione